“Sogni” di Angelo Longoni – Festival del Cinema di Roma – 23 ottobre 2019 – Intervista all’ Attrice Claudia Conte

Dopo il Festival di Venezia ti vedremo di nuovo sul red carpet al Festival del Cinema di Roma. Il 23 ottobre sarai impegnata nella presentazione di “Sogni” di Angelo Longoni. Ci vuoi parlare di questo progetto ?

Sogni è un corto d’autore sul morbo di Alzheimer. Ci tengo particolarmente perché questo dramma mi tocca da vicino avendo mia nonna malata. Il progetto mi vede protagonista accanto ad una grandissima Loretta Goggi. Nel cast anche Daniela Goggi e Francesco Montanari.

Prossimi progetti?

Sarò in Basilicata per condurre il Discover Destination Wedding Maratea e in Toscana per presentare la 70^ Edizione del Montecatini International Short Film Festival. Inoltre presenterò la Partita del Cuore il 26 ottobre.

Come nasce la tua passione per il mondo dello spettacolo?

Come accade per i grandi amori, posso dire che la mia passione per lo spettacolo sia nata miracolosamente. Non vengo da una famiglia di artisti e sono cresciuta in una realtà semplice, lontana dai riflettori. Nessuno avrebbe mai creduto che quella sarebbe stata la mia vita, il mio futuro. La vita è fatta di momenti che ti cambiano per sempre, dettati dal caso oppure dal destino...

Durante il tuo percorso professionale ti sei mai detta “Ma chi me lo ha fatto fare?"

Ancora una volta associo il mio percorso professionale ad un grande amore. Spesso ci sono momenti difficili in cui vorresti lasciare tutto, ma se dentro senti di avere il “fuoco sacro” non puoi fare altro che alimentarlo per sentirti davvero felice. Il Maestro Albertazzi diceva: le vere vocazioni sono sempre ostacolate.

Nei momenti più complicati, chi o cosa ti ha dato la forza per andare avanti?

I momenti complicati fanno parte della vita. Non c’è rosa senza spine, la vita è un’eterna sfida tra il bene e il male e questo è il tema principale del mio ultimo libro (Il vino e le rose per Armando Curcio Editore). Quando sono triste penso ai bambini colpiti dal tumore o alle persone di certi stati dell’Africa che ancora oggi muoiono di fame e i miei crucci subito mi sembrano futilità.

Il luogo comune che proprio non sopporti del mondo dello spettacolo?

Io non amo i luoghi comuni e i pregiudizi in assoluto. Credo siano figli dell’ignoranza. Purtroppo ce ne sono molti legati allo spettacolo: che sia un mondo falso, marcio, corrotto, fatto solo di compromessi. Non nego che spesso è così, ma non sempre. Ci sono tanti artisti onesti e integri che studiano e fanno sacrifici. Noi donne poi subiamo ancora più pregiudizi. Bellezza e intelligenza quasi mai vengono considerate come possibili doti naturali coesistenti nella medesima donna.

Il prossimo step della tua carriera che ti piacerebbe raggiungere?

Fare un bel film, un ruolo complesso che mi dia la possibilità di fare un lavoro introspettivo e conoscere meglio me stessa.

Credits Foto:
Ph Mario Castaldi
Personal Stylist Paola Percoco
Personal Assistant Cristina Dragut

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *